sabato 28 aprile 2012

LA MENTE CULLATA DAI SOGNI


La testa lo desidera come la notte desidera il giorno prima che l'anima possa trovarlo, Lasciandolo nelle mani dei ladri pastello. Rubandolo, Impacchettandolo e seppellendolo nella cantina dell'inconscio dove esistono infiniti tramonti e infinite albe; attraversandole come un gabbiano libero da ogni male. Una lunga strada ci attende... navigando oltreoceano nella speranza di ricominciare a ballare tra le nuvole dei nostri pensieri.

Nessun commento:

Posta un commento