mercoledì 20 gennaio 2016

STELLA D'ESTATE

...e c'era il sole a chiamarti per nome, quando in un prato cogliesti il dolore...e le margherite ti tenevano la mano, portandoti ormai, per sempre lontano. Chissà se in volo trovasti ancora dolore, o se dalle nuvole succhiasti l'amore. Di mille stelle che conto nel cielo, se quella che brilla come un sorriso, rivolto al mio messaggero d'amore; che come un'ape da fiore a fiore, porta parole che ti scaldano il cuore. Stella d'estate quindi vedi, non è così strano se la mia luna ti sussurra piano e in un'orecchio ti dice: "ti amo"

Nessun commento:

Posta un commento